• 0 commenti

Webmarketing strumenti gratuiti e scrocconi digitali

Prima di scrivere questo articolo ci ho pensato un po', quando si vanno a toccare certe tematiche legate all'etica del lavoro, ci si avventura sempre in un terreno minato.

Se avrai la pazienza di leggere questo articolo ti porterai via delle conoscenza abbastanza importanti, che tua sia un imprenditore, un libero professionista uno startupper etc.

Se mi conosci e hai già letto i miei articoli credo tu sappia che odio l'aria fritta e cerco di concentrare valore il più possibile senza scrivere pagine e pagine di giridi parole, inoltre leggendo ti impadronirai di serie di nozioni che ti impediranno di farti spennare per strumenti gratuiti che vengono rimpacchettati e rivenduti come aria fritta.

CMS blog e software gratis capiamo cosa ci stanno vendendo

Non è mia intenzione gettare fango su questi strumenti, ma anzi voglio dissipare un po' di nebbia su come nascono i software opensource, sviluppati da volontari che tutti i giorni, vengono rivenduti come prodotti commerciali da "scrocconi digitali" a utenti ignari, che calpestano lo spirito con cui nasce lo sviluppo del "free software".
Detto questo tutti noi possiamo decidere di utilizzare un determinato strumento a patto di sapere cosa stiamo comprando.
Cercherò di scendere nel tecnichese il meno possibile (prometto!)

Free software e opensource cosa sono e come nascono

Anche se non sei un addetto ai lavori immagino che tu abbia già sentito questo binomio, si tratta di software sviluppato da gruppi di volontari o aziende, questo software viene registrato sotto una licenza che ne garantisce la libertà ad esempio la GPL oppure la licenza BSD ( link a fine articolo alle licenze per chi vuole approfondire!) la GPL ad esempio obbliga a chi registra un qualsivoglia software sotto questa licenza a dare il "codice sorgente" con cui è stato sviluppato, in modo di dare la possibilità ai agli utilizzatori che ne hanno le competenze di poterlo modificare a loro piacimento per le loro esigenze, la licenza permette pure di vendere il prodotto sviluppato a patto di darne sempre il codice sorgente. Il caso più famoso di licenza GPL è sicuramente Linux

Wordpress è un prodotto gratis e sotto la licenza GPL

Wordpress ad esempio è un prodotto scaricabile gratuitamente e utilizzabile registrato sotto questo tipo di licenza è possibile presso alcuni providers installarlo con pochi click.
Ho già spiegato in altri articoli il perché non utilizzo questo tipo do prodotto dal punto di vista tecnico, gli articoli di riferimento a questo li puoi trovare cliccando qui e il secondo articolo che troverai qui ma c'è di più, che è qualcosa che mi disturba proprio dal punto di vista etico professionale:

  • Spunta un "nuovo esperto di web : ti vende un blog o un sito basato su wordpress
  • Nasce nuovo coach motivatore guru : ti vende un meraviglioso corso di installazione wordpress a qualche centinaio di euro

Ora potrai comprendere che voglio assolutamente distinguermi da questi esperti del web che non sanno scrivere una riga di codice, gestire un server o men che meno possiedono la minima nozione tecnica, anzi spesso si possono leggere articoli sui loro gruppi facebook dove tirano fango sui tecnici auto-eleggendosi come l'unica alternativa possibile.
Passiamo infine ai motivi "etici", la domanda che mi pongo è molto semplice: considerato che molti gruppi di volontari che sviluppano prodotti come wordpress vivono di donazioni, quanto donano questi signori alla causa? Ho paura di conoscerne la risposta, e ve lo dice uno che dona alla causa dell'opensource ( i miei server sono basati su linux) ed è attivo in varie associazioni da oltre quindici anni.
Poi Parliamoci chiaro, puoi far pagare centinaia di euro qualcosa che ti viene dato gratuitamente da qualsiasi provider con due click? SI hai capito bene se comperi un qualsiasi dominio con spazio web un sacco di provider ti fanno installare wordpress con due click gratis e se proprio hai voglia di spendere dei soldi ti puoi comprare un tema a pagamento, altrimenti potrai utilizzarne uno gratis, di questo argomento troverai centinaia di guide in rete.

Le vittime degli scrocconi digitali che diventano carnefici

Ho discusso questo argomento con molti adepti di pseudo guru che chiaramente sanno di tecnichese come cavoli a merenda o peggio non sanno niente del prodotto che utilizzano, sono stati infinocchiati a loro volta, per poi diventare consapevoli, le risposte sono state interessanti:

  • se guadagnano a farlo fanno bene
  • se viene comprato significa che c'è il mercato
  • se la gente è ignorante e si fa abbindolare buon per loro che gli vendono un corso o un prodotto gratis

Non per estremizzare ma se la si mette su questa linea di pensiero allora ci sono milioni di modi per guadagnare

  • scippare le vecchie
  • rapinare le banche
  • vendere fumo
  • vendere ghiaccio agli eschimesi

Insomma scaricare la responsabilità della poca etica sull'ignoranza del malcapitato cliente è come sentirsi legittimati a rubare in casa di una persona perché ha lasciato la porta aperta.
Se il tuo interlocutore è impreparato non ti assolve dal fatto che lo stai fregando

Nessuno Lavora per la gloria per carità, ok il portafoglio pieno, ma la mattina mi piace guardarmi allo specchio ed avere la coscienza pulita.

Un blog sviluppato da zero per i grossi carichi

Questo ed altri motivi ha fatto si che i miei partner di Emade sviluppassero un prodotto ad hoc per gestire al meglio le comunità virtuali che gestiamo, che ad oggi gira "sotto il cofano" di siti che macinano centinaia di migliaia di utenti al giorno come travel365.it e thinkdonna.it.
Come promesso ecco i link di delle piu' famose licenze opensource

link alle licenze opensource

Licenza GPL
Licenza BSD

Hai le idee più chiare?

Ora conosci la differenza tra un prodotto riciclato e rivenduto e un qualcosa fatto su specifica, ti voglio lasciare solo con un consiglio non fidarti di quello che qualsiasi personaggio o "guru" ti dice,
ma osserva quello che fa, i fatti fanno la differenza

Se hai qualche esperienza in merito condividila pure qui sotto

Lascia il tuo commento